orologi meccanici movimento meccanico orologi meccanici

"Nec quae praeterit hora redire potest - l'ora passata non torna più."







cronografo meccanico a carica manuale


M E N U'


Perche' meccanico?

L'orologeria nei secoli

Vademecum tecnico

La produzione

Epoca e ricambi

Links





Cartier: storia e produzione

Rolex


| TORNA AL MENU' PRODUZIONE| COLLEGATI AL SITO UFFICIALE | MANIFESTO 1 | MANIFESTO 2 |



Rolex oyster perpetual date submariner


Siamo all’inizio del 1900 e Hans Wilsdorf, commerciante di orologi, intuisce che il gusto della gente e specialmente dei giovani, sta orientandosi verso l’orologio da polso, a discapito del più diffuso orologio da tasca.
Nel 1908 registra a La Chaux de Fonds il marchio Rolex. Nel 1919, trasferita la sede a Ginevra fonda ufficialmente la manifattura Montres Rolex.

Continua sempre a distribuire orologi di altre marche, ma comincia pian piano a produrre modelli propri. Nel 1926 la Rolex realizza e brevetta la celebre corona a vite Triplock e successivamente lancia l’Oyster, la prima vera cassa totalmemte impermeabile.
Queste due innovazioni sono fondamentali nella storia dell’orologeria moderna, perché sino ad allora non esisteva corona di carica perfettamente impermeabile e una cassa totalmente stagna.

Il nome Rolex entra decisamente nel novero delle grandi case nel 1927, quando Mercedes Gleitze attraversa la Manica a nuoto con un Rolex Oyster al polso che, dopo 15 ore e 15 minuti di traversata era in perfette condizioni di tenuta (vedi manifesto). Questo record, ampiamente pubblicizzato assicura alla Rolex una grande popolarità. Nel 1929 immette poi sul mercato i primi Prince, ora molto ricercati, e li produce fino al 1935.

La creazione veramente rivoluzionaria sul piano tecnologico, avviene però nel 1931, quando la Rolex realizza e brevetta un meccanismo di carica automatica chiamato “Perpetual”. E’ il meccanismo adottato oggi da tutti gli automatici e per allora il Rolex Oyster Perpetual è unico, oltrechè all’avanguardia! Lo sviluppo tecnologico continua e nel 1937 viene realizzato il primo modello del Rolex Precision, nel 1939 si aggiunge un pezzo celebre: il cronografo Rolex Oyster Perpetual Chronometer, che viene prodotto sino al 1952. Nel 1945 si affianca il Date Just, primo cronometro impermeabile, automatico e datario.

Rolex oyster perpetual cosmograph Daytona Nel 1953 arriva poi il celebre Submariner, allora garantito fino a 100 di profondità. Due anni dopo (1955) nasce il GMT Master, con doppio fuso orario.
Nel 1956 è alla ribalta il Day Date, che indica anche il giorno della settimana, a richiesta in 24 lingue!
Poi è la volta del mito: stiamo parlando del Rolex Cosmograph Daytona, che nasce nel 1970 e per 6 anni viene prodotto con l’aggiunta del nome Paul Newman in due versioni oro e tre in acciaio. E’ un grande successo e nel 1976 arriva la seconda versione chiamata solo Cosmograph Daytona. Nel 1988 la Rolex lancia l’ultima serie del Cosmograph: non è più a carica manuale, ma automatico, i pulsanti sono a vite (migliorata la tenuta), corona triplock, impermeabile fino a 100 mt, con lunetta tachimetrica graduata fino a 400 kmh. Nel 1990 c’è anche la versione in oro con cinturino in pelle e sicurezza.

Queste sono solo le tappe più importanti della Rolex ma la storia continua e continua il “culto” del marchio conosciuto in tutto il mondo.


T O P








©La riproduzione totale o parziale del sito senza autorizzazione è vietata