orologi meccanici movimento meccanico orologi meccanici

"Nec quae praeterit hora redire potest - l'ora passata non torna pi¨."







cronografo meccanico a carica manuale


M E N U'


Perche' meccanico?

L'orologeria nei secoli

Vademecum tecnico

La produzione

Epoca e ricambi

Links





Breitling: storia e produzione

Breitling


| TORNA AL MENU' PRODUZIONE| COLLEGATI AL SITO UFFICIALE |



Breitling chronomat automatico


LÚon Breitling, fin dai tempi del suo apprendistato come orologiaio, era ossessionato dall'idea di misurare nel modo pi¨ preciso possibile i tempi brevi, tramite l'utilizzo di speciali orologi. Si dedica perci˛ alla realizzazione dei cronografi e giÓ nel 1884 produce i primi esemplari recanti la sua firma, nel suo paese natale, Saint Imier

Nel 1892 il giovane orologiaio crea nella vicina La Chaux De Fonds la fabbrica G. LÚon Breitling SA e si specializza naturalmente nella produzione di cronografi.
Nel 1914 inizia la carriera nella fabbrica paterna anche Gaston Breitling e lo stesso anno il fondatore muore, lasciando al figlio il timone della casa.

In questo periodo nasce il modello "vitesse", riportando grande successo. Si tratta di un orologio per poliziotti, che riescono, tramite l'orologio della Breitling, a misurare la velocitÓ dei veicoli e quindi a multare i trasgressori.
Negli anni 10, con il mutare delle mode, la Breitling inizia a produrre cronografi da polso, riportando nuovamente grande successo.
Le cose procedono bene fino al 1927, anno in cui Gaston Breitling muore, lasciando un grande vuoto. Nel 1932 Willy Breitling arriva al vertice dell'azienda e continua la tradizione familiare, riportando la maison a grandi livelli.
Nel 1936 Breitling lancia un apprezzato cronografo per i cockpit degli aerei e nel 1947 crea il chronomat cui segue nel 1952 il navitimer, cronografo con funzioni di calcolo avanzate.

Nel 1962 un cronografo Breitling va nello spazio, al polso dell'astronauta Scott Carpenter.
Fino ad allora la Breitling aveva utilizzato per i suoi cronografi sopratutto movimenti Venus a carica manuale ma nel 1969 Ŕ tra le prime a lanciare un cronografo automatico (chronomat automatico).

Nel 1979, a qualche mese dalla morte di Willy Breitling, la casa chiude. Nel 1982 la rinascita: Ernest Schneider, con la societÓ Sicura, acquista e riapre la gloriosa societÓ, con il nome di Montres Breitling SA, con sede a Grenchen.

Il nuovo capitolo della storia della Breitling Ŕ storia recente: a metÓ degli anni '80, nel pieno boom del quarzo, la maison rilancia con coraggio e grande successo i cronografi meccanici automatici, contribuendo in modo determinante a farli tornare nei desideri del grande pubblico.
Un successo che continua ancora oggi, con nuovi modelli e linee ispirate al passato, legate al mondo dell'aviazione e della cronografia.


T O P








©La riproduzione totale o parziale del sito senza autorizzazione Ŕ vietata